www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Giovedi 12 Dicembre 2019

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: Pino Pontuali
[23-12-2011, a  23:46]
Re: Sfida all'ultimo stornello "DUE"
Doppo li strilli de De chi è scontento
co' tutti li governi qui vicini,
adesso, chi governa, a 'sto momento,
nun è ‘r governo ma so’ li quatrini.
La voja de le feste ci'hanno spento
levannoce torroni e pasticcini.
Dice ch’ è tutto frutto de scarogna,
ma noi sapemo bene ch’è menzogna.

E d’esse’ chiaro, adesso, m’abbisogna.
‘ché la poesia mò me lo permette,
‘ché qui se stamo tutti a da’ l’ossogna,
er core se lo stamo a fare a fette;
loro so’ gonfi come ‘na zampogna
co’ ‘sti salamelecchi da subrette.
Perciò, amichi cari, un po’ speciale
sarà l’augurio de ‘sto Bon Natale.

E mo io ve lo canto tale e quale:
‘che pure si c’aumenteno le tasse,
noi semo sempre allegri ar naturale,
e si ce vie’ la voja de grattasse,
noi se grattamo senza facce male
perché noi semo tutti foriclasse.
E quindi mò l’auguri ve rinnovo
de Bon Natale e pure l’anno novo.

E ancora a fa’ l’auguri me ce metto
e brindo cor bon vino ne la tazza,
e mentre che ve sono l’organetto,
le bone feste do a tutta la piazza.
A sor mae’, brindamo cor dorcetto
insieme cor regazzo e la regazza.
‘che so’ l’amichi pe’ magna’ ‘n torrone.
Si ‘na porta chiude, s’apre ‘n portone.

Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up