www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Giovedi 13 Agosto 2020

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: Avvocatista
[03-08-2007, a  13:55]
Re: Convegno internazionale sulle danze trad
Ma qui non stiamo parlando di ricerca scientifica.

Qui stiamo parlando di gente che è riuscita a piombare nel bel mezzo di riti religiosi collettivi, ha sfoderato microfoni "grossi come cocomeri" su aste lunghe 3 metri (non roba direzionale, no, troppo discreto) e telecamere di tutti i generi con riprese macro (non conoscono, forse, la parola zoom).

Non solo, ma per riprendere meglio i fedeli si è messa davanti alla Statua, indugiando sui particolari morbosamente più interessanti (le donne scalze, il pianto, l'estasi, ecc...)

E non stiamo parlando di pivellini o studenti, ma di FAMOSI PROFESSORI UNIVERSITARI con elenchi di pubblicazioni lunghe chilometri.

E quando gli ho chiesto (pur sapendolo perfettamente): "Ma chi sei?" "Che stai facendo qui?" "A chi hai chiesto il permesso?" "Che uso farai di questo materiale?" , questo parassita è scappato come una lepre.

IO LO ASPETTO AL VARCO, POI SE NE OCCUPERA' IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI.

Ma la cosa più schifosa alla quale mi è capitato di assistere è che nel corso di una proiezione il parassita di turno si è anche permesso di fare apprezzamenti molto poco simpatici sulle vittime del suo voyerismo.

E' forse scienza questa? E' forse ricerca sociale?

Io so solo che nel mio campo ogni rilevazione che faccio deve sottostare a delle leggi dello stato e ad un preciso codice deontologico di autodisciplina, perchè la dignità delle persone è più importante dell'interesse di questi parassiti.

Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up