www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Lunedi 20 Novembre 2017

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: Michele
[05-10-2008, a  14:24]
Re: Costruttori di flauti di canna.
Calogero: il friscaletto in Re è strutturato in scala di re maggiore, per cui le note della scala sono:
re, mi, fa#, sol, la, si, do#, re.
Siccome però il 7+2 parte dal V grado della scala l'accordatura "dovrebbe" essere:
la, si, do#, re, mi, fa#, sol, la, si, do#, re.
Però in realtà la prima settima che si incontra non è mai sensibile nel friscaletto, il motivo te lo spiego di presenza per evitare una tendinite, per cui risulta essere a partire dal basso:

la, si, do, re, mi, fa#, sol, la, si, do#, re. <-----accordatura corretta

Se vuoi determinare le note di una scala maggiore rifatti alla struttura della scala di do maggiore che è:
do, re, mi, fa, sol, la, si, do
per cui hai i seguenti intervalli:
tono, tono, semitono, tono, tono, tono, semitono
applicando questa struttura puoi determinare qualsiasi scala maggiore (ricorda però nel friscaletto, la prima settima va indietreggiata di un semitono rispetto alla scala diatonica maggiore normale).

In realtà questo è un sistema di determinazione non proprio corretto, chi studia musica lo sa bene, per determinare le note della scala diatonica maggiore esiste un sistema che, oltre che formalmente corretto, è pure di più semplice applicazione, si chiama "circolo delle quinte".
Appena possibile ti spiegherò pure il circolo delle quinte, è un po' astruso da capire ma una volta "afferrato" ti da una padronanza delle note della scala ottima, e non ti costringe a dover contare ogni volta secondo la sopracitata struttura (tono tono, semitono...) che io ho riferito per immediata praticità.

Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up