www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Giovedi 23 Novembre 2017

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: Giancarlo Petti
[14-07-2008, a  11:57]
Re: Costruttori di flauti di canna.
Miché... io posto tantissimo materiale, credo molto interessante, sui clarinetti di canna e relative ance, anche perche so che vuoi costruirne uno insieme a Calogero e tu non chiedi nulla??
...Scherzo!!

Rispondo brevemente alla tua:
Quesito: "Comincio a sospettare che per l'intonazione ad avere importanza non sia il diametro della canna quanto (oltre alle altre variabili) la larghezza dell'apertura alla culazza, cioè posso ottenere un flauto in la da due diametri anche molto differenti se il foro finale è uguale..."

Risposta: Non credo sia giusto quanto da te ipotizzato.
Cosa vuol dire "foro finale uguale"?
Dello stesso diametro?

Se cosi fosse potremmo ottenere due strumenti nella stessa tonalità, molto differenti come diametro della canna, solo facendo i rispettivi "ultimo foro" uguali?

No.. non è così!

Quello che è vero è che si possono ottenere strumenti della stessa tonalità da tranci di canna di lunghezza e diametro differenti.

Da un pezzo di canna di una determinata lunghezza e diametro, si può ottenere un solo strumento in quella tonalità, semplificando si può affermare che la tonalità è data dalla lunghezza della canna e dal suo diametro, più qualche piccola variabile di cui abbiamo già parlato, ma che influenza in modo non molto rilevante.

Saluti, Giancarlo.

A proposito del flauto in SOL: non ho capito bene come lo vorreste fare!!

A friscaletto 7+2 e con il Fa al posto del Fa# ?
A friscaletto 7+1 ?
A Ciaramella 8+1 con la nota base Fa#?
A Ciaramella 8+1 con nota base SOL ?
A Ciaramella 7+1 con la nota base Fa#?
A Ciaramella 7+1 con nota base SOL ?
Normale 7+1 nota Base Fa# con foro posteriore in corrispondenza dell'indice sinistro?
Normale 8+1 nota Base FA# con foro posteriore in corrispondenza dellìindice sinistro?
Normale 7+1 nota Base Fa# con foro posteriore in corrispondenza dell'indice destro?
Normale 8+1 nota Base FA# con foro posteriore in corrispondenza dellìindice destro?
Normale 8+2 nota Base Fa#?

ecc.ecc.ecc?
Fatemi sapere!! :-)

Saluti, Giancarlo

Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up