www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Lunedi 20 Novembre 2017

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: Michele
[14-07-2008, a  11:28]
Re: Costruttori di flauti di canna.
Scusate il ritardo nel rispondere... nuovamente...
X Edoardo: le misure dello strumento in sol le trovi a pagina 24 di questo topic, da lì ne ho sviluppati altri, sempre 7+2, ma questo schema mi è comunque riisultato il migliore.
X Alfonso: Io faccio sempre 7+2, per comodità, considera che studio una decina di strumenti e per me vuol dire dedicare intere giornate fra scale e arpeggi, sono abituato a suonare il 7+2 e per me è sconveniente imparare nuove diteggiature.... come ad esempio il 6+1... nonostante tutto procurerò le misure quanto prima, per ora devo terminare degli strumenti già iniziati, penso che finirò per la mia partenza (vado a farmi una vacanza sulle Alpi, se tutto va bene in tenda, il 2 di Agosto), al ritorno mi metto a studiarci su e ti mando le misure esatte :-)
Vorrei sollevare un paio di questioni sullo strumento:
1) Ho notato che a distanza di mesi il timbro migliora incredibilmente, anche alcuni esperimenti falliti, perchè avevano i fori prossimi alla finestrella "troppo vicini" hanno cominciato a suonare e, "ritoccati" sono diventati perfetti, questo vale per "tutti" gli strumenti che ho fatto...voi pure lo notate? come vi comportate in relazione a ciò?
2)Comincio a sospettare che per l'intonazione ad avere importanza non sia il diametro della canna quanto (oltre alle altre variabili) la larghezza dell'apertura alla culazza, cioè posso ottenere un flauto in la da due diametri anche molto differenti se il foro finale è uguale... per piacere correggete quanto ho appena detto?
Saluto tutti!

Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up