www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Lunedi 20 Novembre 2017

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: Giancarlo
[01-07-2008, a  08:23]
Re: Costruttori di flauti di canna.
E sì... questa maniera di "inzeppare" era (ed è) molto diffusa, perchè si realizza velocemente, con il solo coltello e senza tutti i problemi legati al reperimento del legno per fare la zeppa tonda (fico, oleandro, olivo ecc.), alla sagomatura, al bloccaggio della stessa all'interno della canna.

Altro vantaggio è quello del non uso di nessun tipo di colla: tutto è bloccato con il semplice incastro del pezzettino di canna.

Lo svantaggio è che ogni tanto, specie quella montata orizzontalmente, diventa instabile e "balla" un pò, ma basta toglierla e rimetterla... ed il gioco è fatto!
Quella inclinata è praticamente bloccata ed infilata a forte pressione, sicchè risulta molto ma molto stabile.
Era però considerata una maniera un pò "povera" di inzeppare, proprio perchè era la tecnica più diffusa tra i pastori costruttori di flauti.

Ho visto anche altre varianti e tipi di zeppa, per questo tempo chiesi a Michele e gli altri di discutere dell'argomento, purtroppo senza grosso seguito, però mi riprometto nel tempo di perlarne e mandare qualche foto.

Per esempio, qualcuno chiudeva la fessura inferiore creata dalla zeppa, con un cera d'api o un "legnetto" sagomato a misura.

Saluti, Giancarlo

Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up