www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Giovedi 23 Novembre 2017

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: Giancarlo
[25-06-2008, a  08:51]
Re: Costruttori di flauti di canna.
Ciao Alfonso.
-La canna di cui parli è molto "interessante" da un punto di vista "sperimentale".
Vale sicuramente la pena di utilizzarla per qualche strumento.

Chiaramente la costruzione sarà meno agevole e probabilmente "disturbata" dalla sezione così irregolare, ma fondamentalmente la procedura è la stessa.
Magari sarà più difficile realizzare la zeppa, ma avrai uno strumento unico, diverso da altri.

-Se per "zeppa costituita da un pezzetto di canna opportunamente sagomata", intendi dire piu semplicemente "zeppa piatta", certo che mi è capitato di vedere dei flauti funzionanti con quel meccanismo.

Sono quella famiglia di flauti di tipo veramente "pastorali" ed estemporanei, a dire il vero molto usati in molise.

Mi sembra di aver accennato qualcosa nei precedenti post, comunque esistono, dalle mie parti, diversi tipi di "zeppa piatta".
Possono dividersi in due famiglia: Zeppa piatta dritta e zeppa piatta inclinata.

La prima è una "tegolina" di canna, di larghezza costante, infilata in orizzontale che forma il canale in cui l'aria scorre, andando poi ad infrangersi sullo scivoletto.

La seconda è una "tegolina" di canna, da una parte più larga e dell'altra più stretta, cosa che la fa posizionare in maniera inclinata verso l'alto e verso lo scivoletto.

Entrambe dividono la sezione rotonda della canna, in due parti, una delle quali, quella inferiore,quando si soffia, deve essere chiusa con il labbro del suonatore.

Superiormente, possono essere lasciate con la curvatura naturale o leggermente appiattite.

Comunque, per farmi comprendere meglio, edrò di mandare qualche foto nei prossimi giorni.

Saluti, Giancarlo Petti



Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up