www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Sabato 25 Novembre 2017

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: giancarlo
[16-05-2008, a  09:17]
Re: Costruttori di flauti di canna.
Da un pò di tempo, capita sempre più spesso, che alcuni di voi mi scrivano in privati, via e-mail, per avere consigli, su comee realizzare flauti e friscaletti, sull'intonazione, sulle scale ecc.

Chiaramente mi sto impegnado a rispondere a tutti, anche se credo sarebbe più utile, nell'interesse collettivo, di discuterne sul forum.

In particolare, Pippo dalla Sicilia, mi ha inviato un suo friscaletto, chiedendomi un parere e dei consigli su come migliorare la costruzione.

Dopo aver "controllato" il suo friscaletto e dopo avergli chiesto l'autorizzazione a pubblicarlo sul forum, riporto la mia risposta:

"Gentilissimo Giuseppe,
con grande piacere ho ricevuto il tuo friscaletto che conserverò gelosamente, nella mia collezione!

Dici di non averne avuto altri tra le mani?
Visto la bellezza del tuo friscaletto, è un po' difficile crederci!

Dal punto di vista estetico è molto curato e ben fatto.
La canna usata è bella, senza difetti, di colorazione perfetta, così come risulta molto piacevole la “brunitura” ottenuta a fiamma, anche se come ho già detto, io preferisco la colorazione naturale.

Le rifiniture “da taglio”, nella zona “becco-canaletto-finestrella”, sono curate, precise, nette, levigate alla perfezione, così come è molto ben rifinito la zona del “nodo”.

Molto bello il becco e la zeppa: praticamente perfette!
Belli i fori anche se qualcuno è leggermente “scheggiato” sul bordo.

Davvero complimenti!!

L'intonazione è quasi perfetta, e non potrebbe essere diversamente visto che sei un musicista,
giusto un po' calante il La a fori tutti chiusi e qualche piccolezza sulle note alte (Si, Sib), ma complessivamente è ottima!

La canna che pur si presenta stagionata a sufficienza, sembra essere stata raccolta in un periodo in cui non era completamente a riposo vegetativo (o mi sbaglio?) e lo si capisce dalle “rigature” dei canali linfatici, un po' in risalto, all'interno della stessa.

Quello che purtroppo non è ottima è la media difficoltà con la quale si ottiene l'emissione del suono:
serve molto fiato e occorre soffiare “forte” per ottenere le singole note.

Cosa puoi fare per migliorare?
-Innanzitutto pulire bene l'interno della canna, facendoci “roteare” una limetta o almeno usare uno straccetto bloccato su un bastoncino.
-“Affilare” un po di più lo “scivoletto”, rendendo il taglio più netto e sottile.
-Pulire meglio il bordo inferiore-interno dei fori.

- Il vero grande difetto, responsabile di quanto detto precedentemente, per l'emissione del suono è la finestrella troppo grande, per la misura della canna usata, avresti dovuto farla almeno un millimetro più stretta ed almeno 1,5 mm più corta.

Sperando di esserti stato utile, ti saluto cordialmente,
Giancarlo"



Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up