www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Sabato 25 Novembre 2017

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: Michele
[11-04-2008, a  12:01]
Re: Costruttori di flauti di canna.
Peppe i fori si accordano mentre si fanno...mi spiego meglio: fai il primo foro e lo accordi prima di fare il secondo, altrimenti se fai il secondo e poi correggi il primo automaticamente ti sballerà l'intonazione pure del secondo foro... ti conviene fare 2 cose: primo munirti di una scorta di materiale da costruzione abbondante, anche scarsa, per fare esperimenti e secondo leggere (lo so sarà difficile, è stato scritto tanto) tutti i post, gente in gamba ha dato ottimi consigli sulla costruzione con un buon livello di definizione.
Ricorda di allargare i fori sempre mooooooolto a poco a poco e controllare regolarmente l'intonazione.

Circa l'accordatura, se lo strumento è in do, dal foro più basso le note sono: la, sib, do, re, mi, fa, sol, la, si, do
il fatto che ci sia il sib anzichè il si deriva dal fatto che lo strumento in do maggiore si presta bene per essere suonato anche in re minore, correggendo il si un'ottava alta, infatti la scala di re minore ha le stesse note di quella di fa maggiore (che è la sua relativa maggiore).
Se poi vuoi puoi correggere il sib e portarlo a si prendendo col dito il foro a metà...
Caspita a spiegare le cose sono una frana, mi date una mano? io ci ho provato, casomai dimmelo che ripeto con altre parole.... sperando di essere chiaro...

Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up