www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Sabato 25 Novembre 2017

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: calogero
[19-02-2008, a  15:27]
Re: Costruttori di flauti di canna.
ad alfonso
grazie per i complimenti e soprattutto per aver sistemato le foto!!!!

a giancarlo
grazie per i commenti... povvedo subito a rispondere

1)mi sembra un pò eccessivamente spazioso il canaletto dell'aria.

secondo me realizzando l'entrata del canaletto un po piu larga si puo convogliare piu ari verso l' uscita del canaletto con una maggiore intensita e migliorare il suono (io non sono un fisico ma ad intuito credo che questo metodo funziona, anche perche lo strumento suona bene)

2)troppo corta la culazza.

la culazza in realta è veramente corta, pero ho da dire in proposito che non tutte le culazze le realizzo corte, questa è venuta cosi perche ho dovuto tagliare fino a quando non ho ottenuto la nota la accordata

3) la canna usata non è proprio bellissima (colorazione e qualche spaccatura, oltre ad un nodino del germoglio, che potevi fare capitare altrove.

se devo essere sincero a me piaceva cosi, la colorazione secondo me ravviva lo strumento.
la linea che vedi non è una spaccatura, ma una incavatura che si lega all'internodo ( la canna non è rotta)
per quanto riguarda al nodino...be a dire la verita, li non sono stato molto attento, pero dopo aver sentito come suonava....

4) I fori quasi tutti uguali, potrebbero significare due cose, o che sei troppo bravo e sai bene dove piazzarli o che lo strumento non è perfettamente accordato.

hai visto bene i fori sono QUASI tutti uguali, anche se da vicino le differenze di diametro si notano di piu... pero se guardi attentamente, piu a dedicarmi alla dimensione del diametro io penso soprattutto alla distanza che vi è tra un foro e l'altro..
mentre per quanto riguarda l'accordatura, io allargo il foro fino a quando, con l'auto di un accordatore digitale, non ottengo la perfetta intonazione per ogni foro.

onestamente avevo un po di paura a farlo vedere a degli esperti come voi..
cmq, mi sa che mi è andata a finire bene...

ps. non puoi ritirarti!!! anche perche secondo me ho ancora tanto da imparare!!!
ah, a proposito, ho un problema!!!
negli ultimi 2 friscaletti che ho realizzato mi è successo di accoradare tutte le prime 10 note (ossia fino al do alto per intenderci) poi quando sono passato al re alto (tutto vuoto) a seconda dell'intensita che usavo mi uscivano 3 note diverse : do diesis, re, e mi bemolle. in pratica non riesco a farlo suonare bene neanche cambiando zeppa!!!
so solo che tutti e due provenivano dalla stessa pianta. ora le cose sono 2: o sono io il problema o e la canna!!!
so che questa è una cosa un po strana ma a voi è mai successo qualcosa di simile?
ps. mi sto disperando!!! come ho tempo provo a farne uno utilizzando 1 altra canna.
a presto
calogero!!!

Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up