www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Sabato 25 Novembre 2017

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: Avvocatista
[17-01-2008, a  14:17]
Re: Costruttori di flauti di canna.
"Perché non convogliare la tradizione orale in qualcosa di permanente?"

Perché ci vogliono soldi, tempo, metodo e tanta buona volontà.

In questo forum, ma anche in altri, chi più chi meno ha del materiale.

Il problema è il come condividerlo, come acquisirlo, come catalogarlo, come tutelarlo dallo sfruttamento commerciale o accademico.

Sono settimane che mi trattengo dall'acquistare uno scanner "fotografico" per acquisire i miei libri e i miei documenti e metterli in rete, molti dei quali non ristampati e alcuni assolutamente introvabili.

Ma costa 1.000 euro e acquisisce una pagina ogni 3 secondi. Fatti due calcoli del tempo che occorre per ogni libro.

Ho contattato una società cinese che fa sto lavoro, vogliono 10 € a libro + spese di spedizione andata a ritorno.

Ho foto di strumenti musicali. Ma non saprei come catalogare queste immagini. Neppure l'Istituto centrale che si occupa di standardizzazione dei cataloghi lo sa.

E materiale non catalogato come si deve non ha alcun valore, soprattutto in rete.

Tu hai idee in proposito?

Quanto ai campanacci. Nascono per identificare le greggi o le mandrie.

Ogni gregge e ogni mandria ha un suo suono che serve ai suoi membri per non disperdersi, al pastore per riconoscere le proprie e le altrui bestie. Non a caso i pastori hanno una capacità uditiva superiore alla norma.

I campanacci, almeno dalle mie parti, erano talmente importanti e preziosi da entrare nelle doti e nelle successioni. Veri e propri stemmi sonori di famiglia.

Ma a questo proposito ci sono accademici che ne sanno più di me. Ad esempio, Steven Feld e anche un tuo conterraneo Antonello Ricci. Cerca su google: soundscape Feld Ricci.

Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up