www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Lunedi 20 Novembre 2017

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: giancarlo
[14-01-2008, a  11:26]
Re: Costruttori di flauti di canna.
Per affinità evidente, trasferisco in questo post, quanto gia detto in "costruzione ance di canne"

Della raccolta delle canne, abbiamo detto molto in numerose altre occasioni ed altri posti.
E' vero: siamo nel periodo giusto per la raccolta ed è questo il periodo buono per farsi una buona scorta, per poter procedere, tra qualche mese, al tentativo di costruzione di strumenti musicali e/o ance per le ciaramelle e zampogne.

Abbiamo detto:
-Per il centro Italia, la data ideale per la raccolta, quest'anno, è il 30 Gennaio, ma il periodo buono va dal 22 Gennaio, al 7 Febbraio.
-E' comunque possibile effettuare la raccolta fino alla ripresa vegetativa delle piante, sempre in fase di luna calante, con linfa circolante quasi nulla.
-Le canne raccolte per la costruzione devono avere alcune caratteristiche fondamentali, necessarie per la durata nel tempo e per la qualità acustica-sonora dello strumento o dell'ancia.
-Bisogna osservare bene le canne da raccogliere per valutare la resistenza, l'elasticità, la compattezza, ed anche l'aspetto estetico.
-I luoghi in cui si raccoglie hanno molta importanza
-La vicinanza di corsi d'acqua, la posizione interna o esterna al canneto, la crescita in terreno arido o umido o vicino al mare, determineranno la crescita e la raccolta di un buona canna.
-Le canne vicino a corsi d'acqua o alle sponde di un lago o stagno, hanno una minore compattezza delle fibre, dovute alla maggiore disponibilità di acqua. Spesso sono quasi “spugnose” e poco compatte, a svantaggio della qualità e “sonorità” dello strumento, che seppur costruito perfettamente uguale ad un'altro, risulta avere un suono “ovattato”, meno brillante ed argentino, oltre ad una durata nel tempo più limitata.
-Le canne migliori, quindi, a mio modesto parere, sono quelle dalla fibra compatta e resistente, raccolte lontano da corsi d'acqua, quelle che “picchiate” per saggiarne la consistenza, danno un suono secco e ligneo, per intenderci quasi come quelle delle castagnette.
-Bisogna scartare quelle ingrigite, con patine o chiazze, in genere risultato dell'esposizione delle stesse alle intemperie, pioggia e vento,all'azione di microrganismi e/o all'azione troppo diretta del sole.
-Le migliori canne sono quelle interne al canneto, che per l'azione protettiva di quelle esterne, dovrebbero presentare meno difetti.
-Solo durante la stagionatura e durante l'utilizzo della canna, ne potremo valutare completamente la qualità e la bontà.Capiterà quindi, che a “cosa fatta” ci si renderà definitivamente delle caratteristiche di quella canna o di quel canneto e non resta nulla da fare se non ricordarsi della bontà o meno di quel luogo.
-E' consigliabile, per chi inizia, raccogliere qualche canna in posti diversi, per poi poter confrontare a stagionatura avvenuta.
Quindi riassumendo, le cose inderogabili sono:
-taglio alla fine del ciclo vegetativo.
-scegliere canne a fibra molto compatta.
-taglio durante la luna calante.
-stagionatura da un minimo di sei-sette mesi (almeno fino a fine estate) fino ad un massimo di 3,4,5 anni. in un posto asciutto e ventilato.


Saluti, Giancarlo







Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up