www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Martedi 21 Novembre 2017

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: Giancarlo
[16-10-2007, a  08:43]
Re: Costruttori di flauti di canna.
Ciao Edoardo!
Un calibro può servire, ma potrebbe anche essere eccessivo!
Io non lo uso, ma uso un normale righello, così da poter avere dei riferimenti.
Misure "standardizzate" non sono facili da rispettare: la canna non è come il legno tornito: basta una impercettibile bombatura, un piccolissimo restringimento o imperfezione e tutte le altre misure (diametro dei fori, distanza tra i fori ecc,) cambiano ogni volta!
Però per avere strumenti più o meno della stessa lunghezza e diametro, è utile qualcosa per misurare.
Per quanto riguarda la dimensione dei fori, hai ragione, anche io preferisco i piccoli: sono quelli amati dagli intenditori, chiramente "l'esecuzione" del pezzo, risulterà leggermente più difficoltoso.

Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up