www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietà, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Venerdi 24 Novembre 2017

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: Edoardo Morello
[27-09-2007, a  18:29]
Re: Costruttori di flauti di canna.
Mannaggia alla nonna!!! Pensare che lei ci cucinava pure... ecco perchè sono così acciaccato!
E io che invece mi vado a fidare di:
http://www.vitanaturale.it/piante_medicinali_tossiche/piante_medicinali_tossiche_a.php

dove si recita: "Alloro Laurus nobilis Considerato relativamente innocuo se assunto in quantità appropriate per brevi periodi di tempo".

quello decisamente più tossico è invece:

"Alloro di montagna Kalmia latifoglia Considerata pericolosa, soprattutto per i bambini, per le persone oltre i 55 anni e per coloro che ne assumono quantità superiori a quelle consigliate, per lunghi periodi di tempo ".

da notare la definizione dell'ORTICA. Chi non ha mai mangiato un buon risotto alle ortiche? A me pare molto simile a quella dell'alloro:

"Ortica Urtica dioica Considerata relativamente innocua se assunta in quantità appropriate per brevi periodi di tempo".

Da notare inoltre che si parla di "assunzione". Ora, è vero che uno può stare anche ore ed ore con il ciufille in bocca, ma da qui a considerare "assunzione" questo gesto ... beh. Inoltre, l'alloro che io utilizzo è la prima specie citata e non la seconda (vivo in riva al mare e non c'è l'alloro di montagna) Inoltre parliamo quasi sempre di rami quasi secchi o in via di essiccazione. A scanso di equivoci comunque, farò le zeppe con il sughero come te caro Alfonso ;)))

Mi chiedo invece quanti morti ci saranno stati in Sicilia dove la tradizione vuole che le zeppe vengano fatte con l'oleandro che è DECISAMENTE più tossico.

Ahhhh, dimenticavo. Non passate mai da Viale Marconi il Sabato pom con un ciufille in bocca...è ALTAMENTE TOSSICO!!!

:)))) Ciao bella gioventù!!

Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up