www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Giovedi 26 Aprile 2018

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: Carmine Di Polito
[24-11-2014, a  11:06]
Re: Costruttori di flauti di canna.
Lo strumento segue la scala del Mi maggiore, accordato come una ciaramella lucana, quindi:
tutto chiuso re#, poi a salire mi fa# sol# la si do# re# e infine mi con tutto aperto.
Sono tornato dal fisarmonicista per chiarirmi una volta per tutte la questione sulle tonalità.
Ho iniziato a suonare e lui cercava di seguirmi con i bassi della fisarmonica...ha betto che doveva utilizzare i bassi del Si bemolle e quindi mi ha detto che lo strumento è in Si bemolle...Ma come è possibile una cosa del genere? Poi ho fatto un'altra canzone e mi ha detto che era diventato in sol...
A quel punto gli ho detto che il flauto rispettava la scala del Mi maggiore, ma comunque non siamo riusciti a suonare insieme.
Adesso vi chiedo: è normale che lui non riusciva ad accompagnarmi con i bassi in Mi se il mio flauto ha la scala del Mi?
Abbiamo fatto anche una prova di "accordatura" con la fisarmonica, e le note erano giuste!!!
Aspetto ansiosamente una vostra risposta!


Ho poi altre due domande da fare:
1) Per il grande Giancarlo: perchè consigli di fare la finestrella non troppo grande? questo strumento che ha la finestrella più grande ha un suono che mi piace di più...non è una critica, ma solo una domanda per capire dove sbaglio.
2)poichè sono stato molto sbadato nella costruzione si è formata una lesione sopra la finestrella, verso la parte dove si poggiano le labbra (sopra il canaletto)...poichè non voglio perdere questo flauto avete consigli su come evitare che la lesione si propaghi? premetto che in casa non dispongo di un saldatore.
Grazie infinite a chi vorrà rispondere un curioso costruttore di flauti alle prime armi :-)
Ciao a tutti
Carmine

Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up