www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Mercoledi 24 Gennaio 2018

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: giancarlo
[16-01-2013, a  18:34]
Re: Costruttori di flauti di canna.
Caro Salvatore, il fatto che tu sia l'ultimo arrivato non preclude il diritto di esprimere il parere su argomenti di interesse comune.
In quanto a “contributo dato”, hai già superato, in qualità e quantità, moltissimi e più antichi frequentatori ed il tuo intervento, insieme ad altri (Carlo?!?!? Dove seiiiii?) hanno ridato nuova (e temporanea? ) linfa, quando anche io stavo per mollare.
Hai ragione tu: un forum ha senso fin quando c'è dialogo, diversamente diventa un monologo destinato a morte rapida.
Una cosa mi fa pensare: se non avessi fatto quella specie di appello, avresti mai avuto la voglia di intervenire direttamente ed in maniera così incisiva? Quanti poteziali “contribuenti al forum” ed abituali frequentatori dello stesso, pur potendo intervenire in maniera costruttiva, non lo hanno mai fatto e perchè?
I motivi potrebbero essere tanti e forse solo gli interessati li conoscono.
Quello che è certo è che tantissime persone hanno apprezzato quanto tante altre hanno scritto.
Molti hanno trovato in queste pagine (non solo quelle del post dei flauti di canna) un valido aiuto per coltivare, a costo zero, una sana passione.
Tante di loro hanno colto la possibilità d'intavolare nuove amicizie, sulla base d'interessi comuni, all'insegna della più sana consapevolezza che le tradizioni, la musica e più in generale la cultura di un popolo, sono una ricchezza per tutti.
E' giusto ed è bello condividere “il saper fare” ma è ancor più giusto e bello condividere il “saper essere”.
Essere riconoscenti con chi regala, senza chiedere, il proprio tempo ed il proprio sapere e verso chi si è adoperato perchè tutto questo potesse esistere.
Con questo spirito, non ho mai risparmiato i miei consigli ed aiuti a chiunque me lo abbia chiesto, oltre che pubblicamente, anche in maniera privata.
Tantissimi lo possono testimoniare. Quasi tutti, e dico quasi perchè le eccezioni non mancano mai, non hanno mai perso occasione di ringraziare me e quanti altri hanno contribuito e questa è una grandissima gratificazione che vale oro.
Qualche pecorella nera pure c'è stata, ma ne è passato di tempo ed alcune piccole polemiche, a rileggerle ora mi fanno solo sorridere. Il tempo “guarisce tutto!” si dice dalle mie parti.
Da molto tempo si scrive poco... è vero. Forse altri “Social Network” hanno spinto ex partecipanti a coltivare il proprio orticello, esponendo gli strumenti realizzati ed organizzare il proprio mercatino.
Questo forum ha avuto il grosso merito di fare da apri pista, quando ancora internet non era cosa diffusa.
In quegli anni di flauti di canna, friscaletti, zampogne ed altro... si parlava solo qui.

La domanda: “perchè non si obbliga a registrare tutti i visitatori in modo che accedendo si "svelino"?” l'ho posta anche io, in passato, ad Alfonso (che spero che faccia un suo piccolo intervento, visto che da tempo “snobba” i flauti! :-) … scherzo Alfò ).
Credo che per come è impostato il forum, sarebbe impossibile realizzare questa cosa.
Inoltre proprio la mancanza di registrazione ha reso il forum (agli esordi) snello ed accessibile a tutti, anche a coloro che, in maniera anonima o con un nome d'invenzione, hanno voluto partecipare, sempre nel rispetto degli altri, per non incorrere nella inevitabile “scure” di Alfonso, che ha cancellato tutti gli interventi poco ortodossi.
Questo gli è costato un lavoro immane di controllo e penso anche materiale, nell'intervenire per cancellare, rendere leggibile quello che si lascia e, spesso, contattare per email gli interessati, per spiegare il tutto.
Il “manuale” era già pronto, ma alcuni ci hanno già preceduto, orzanizzando a proprio uso, ampi stralci delle discussioni fatte qui, per cui è inutile secondo me, rischiare di passare per chi copia chi ha copiato.
Mai più polemiche dunque e buon lavoro a chi ha voglia di valorizzare e diffondere (meglio se gratis) la cultura popolare.

Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up