www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Mercoledi 16 Ottobre 2019

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: Pino Pontuali
[10-05-2007, a  15:44]
Re: Gare de stornelli a 'ntuzzà: antichità?
In genere all'inizio di una "stornellata" si cantano stornelli già conosciuti per impostare un argomento (quando ci sta almeno un'altro stornellatore che "risponda") e poi si improvvisa sulle risposte che debbono essere di contenuto logico e coerente con lo stornello precedente; non è obbligatorio seguire la rima dell'avversario (mentre lo è nella poesia a braccio) ma se si riesce a rispondere a "tono" utilizzando la stessa rima si sale molto nella considerazione degli astanti.
Nel topic "gara all'ultimo stornello" invece, dato il maggior tempo a disposizione per comporre, si inventano a "tavolino", e questo si intuisce dalla complessità degli argomenti trattati.
Riguardo al fatto che uno stornello possa ritorcersi contro dal destinatario può succedere ma non è la norma.
A Pietracatella (CB) l'ultimo giorno dell'anno si cantano pubblicamente su un palco stornelli sui fatti (molte volte riprovevoli) che hanno coinvolto le persone durante l'anno, e quindi si mettono crudamente in piazza i fatti altrui. Molto spesso chi è oggetto di tale tradizione si arrabbia ma poi sottostà all'usanza (qualche volta si viene alle mani).
Come ho già avuto modo di dire da altre parti, stornellare è veramente molto divertente.
Pino

Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up