www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Domenica 5 Aprile 2020

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: Pino Pontuali
[06-05-2008, a  10:26]
Re: Costruttori di organetti
Alfo'. hai azzeccato la vetustà del bandoneon.
Hai notato che gli anelli per l'aggancio delle tracolle (le cinghie) sono fissati ai telai intermedi del mantice ?
Questo perchè lo strumento si suona generalmente seduti, con lo strumento appoggiato sulle ginocchia e aprendo e chiudendo il mantice con ambedue le braccia.
E' lo strumento principe del tango argentino e le note, per ottenere quelle melodie struggenti, si ottengono facendo suonare quasi sempre lo strumento appoggiandovisi di peso in fase di apertura e richiudendolo velocemente (pur essendo lo strumento monotonico, ovvero che ogni tasto produce la stessa nota sia in apertura che in chiusura di mantice).
Il peso elevato è dovuto al fatto che ogni bottone mette in funzione tre ance contemporaneamente, e perciò, considerando che il numero dei bottoni è uguale sia per la mano destra che per la sinistra (30 + 30), lo strumento avrà 180 piastrine di zinco, già di per se pesante (era questo il materiale più usato per ancorare le ance fino a 50 anni fa), con due ance ciascuna. Inoltre la cassa della mano sinistra, che non ha i bassi già impostati, ha le note più gravi per il controcanto e perciò delle ance molto più grandi con sopra saldati (non è una saldatura ma una brasatura a stagno) dei blocchetti di ottone per ottenere frequenze molto basse.
Se lo strumento è perfettamente funzionante può avere un valore di 5000 €.
----------------------------------
Eccovi ora una fisarmonica cromatica (con tastiera a bottoni) della fine del 1800 e ancora in uso nei Carpazi, dove sono andato a suonare il 1° maggio.
In realtà si tratta di un "bajan" ovvero di una fisarmonica russa. La particolarità di questo strumento sta nel fatto che le note della tastiera della mano destra sono in posizione speculare rispetto alle nostre fisarmoniche cromatiche.{{img:-230954031}}

Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up