www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Giovedi 9 Aprile 2020

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: Pino Pontuali
[27-09-2007, a  09:52]
Re: Costruttori di organetti
Carissimi,
Castagnari lavora esclusivamente su ordinazione e perciò la timbrica viene scelta dal compratore al momento dell'ordine.
Dobbiamo considerare che almeno l'80% della sua produzione va nel nord Europa
Succede però che a volte, nella fretta di comprare un organetto "Castagnari" già pronto, ma ancora non consegnato per disguido di un precedente ordine, non si voglia aspettare i cinque o sei mesi necessari per averne uno "personalizzato" e quindi si acquista quello che si trova, e da momento che la stragrande maggioranza degli ordini sono del nord Europa, di conseguenza la timbrica maggiormente realizzata è la "swing" (quasi senza tremolo).
Inoltre devo dire che anche i "mostri sacri" dell'organetto in Italia si sono fatti conquistare da quel suono triste, e hanno fatto tendenza consigliando a tutti di usare strumenti accordati per le musiche del nord Europa, inquinando infatti il patrimonio culturale italiano con una timbrica non tradizionale.
Se al momento dell'ordine si richiede il timbro desiderato diventa, per l'artigiano, prassi normale.
Ho la certezza che ai Castagnari interessa il mercato italiano, tanto è vero che da tempo io sto collaborando con loro per la realizzazione di un catalogo delle timbriche con esempi in MP3, che verrà messo sul loro sito per rendere la scelta del tremolo più consapevole.

C'è un altro aspetto, negli organetti ad otto bassi prodotti da Castagnari, che "inquina" il patrimonio culturale italiano ed è la modifica (ormai standardizzata per colpa sempre dei "mostri sacri") delle note relative ai due tasti del cantabile in alto (Lato destro) che, anziché produrre le note più gravi della tastiera, generano alterazioni mancantii (però di centro tastiera).
Per chi desidera usare l'organetto principalmente per un repertorio tradizionale italiano, consiglio di richiedere specificamente che quei tasti producano le note dello standard italiano e non le alterazioni.

Concludendo, tutti gli organetti prodotti da Castagnari sono adattissimi al repertorio tradizionale italiano, va però specificato al momento dell'ordine quali caratteristiche deve avere lo strumento.

Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up