www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Domenica 5 Aprile 2020

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: Tiziano
[22-09-2007, a  22:01]
Re: Costruttori di organetti
Caro Pino, una domanda ,o meglio, una delucidazione, ho, come ti ho gia detto, acquistato recentemente un organetto otto bassi Serenelli (marca ignota), probabilmente come tu mi hai confermato di fabbricazione cinese e da allora non faccio altro che suonare questo organetto che ha una timbrica che ben si colloca nel repertorio tradizionale italiano, a parole è estremamente difficile descrivere le caratteristiche del suono che forse si avvicina a quello di una musetta (spero di averlo scritto bene), i saltarelli le tarantelle vengono molto bene, oserei dire molto sommessamente,meglio che col mio Castagnari mod. Sander da 1200 E e ti premetto che questo piccolo organetto l'ho pagato solo 200 E su Ebay.E' vero che le braccia si stancano molto di più nel suonarlo, forse perchè il mantice è più corto, forse perche l'aria che deve passare per far vibrare le ance va spinta con maggiore forza, per dargli un volume adeguato ma la cosa piacevole è il suono da organetto popolare Italiano per capirci, cosa che non ha il mio costoso Castagnari, non voglio enfatizzare più di tanto un oggetto che è quasi un giocattolo, come non voglio dire che i "prodotti" cinesi sono meglio di quelli artigianali Italiani ma, vorrei da te indicazioni ed eventuali consigli su questa cosa estremamente difficile per me da spiegare, una sensazione acustica paradossale ma reale, questi consigli mi serviranno in futuro a mirare la mia scelta verso una certa marca o una certa tipologia di organetto, che dovra essere con un suono come quello, solo con dei concetti costruttivi che lo rendano suonabile senza che mi venga un terribile dolore ai polsi ed agli avambracci.Ti ringrazio e spero presto di fartelo provare.

Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up