www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Martedi 15 Ottobre 2019

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: Alessandro
[13-03-2007, a  13:35]
Re: quando una chitarra può dirsi battente ?
Caro Stefano e cari tutti,
scrivo il mio parere personale...ripeto per tutti i polemici ....personale.
Assolutamente non si può definire una chitarra del genere "battente", non solo, secondo me con questo falso problema di rivitalizzare strumenti mai morti o dare nuovo impulso in nuovi generi musicali a questi strumenti globalizzando quel poco che ancora non è stato globalizzato e commercializzato, è una manovra che dobbiamo assolutamente evitare.

La tradizione di per se non ha bisogno di rivitalizzazioni o nuovi impulsi.....ne tantomeno ne hanno bisogno gli strumenti tradizionali, e qui mi riferisco all'aspetto organologico.
Si può benissimo utilizzare la battente tradizionale in altri contesti, sinceramente non vedo dove sia il problema. Anzi, è proprio lì che vi deve essere il confronto diretto con tutte le problematiche insite allo strumento.

Inoltre Stefano mi sembra che quando affermi :

"tecnica" non ci voglio proprio entrare in quest'argomento. (ma se qualcuno avesse notizie in merito a testi che affrontino l'argomento tecnica in modo sistematico Vi prego come sopra di segnalarmelo)."

sei già entrato nell'argomento in quanto sai benissimo che stiamo parlando di oralità e non esistono testi scritti, anzi spesso il testo scritto, proprio perchè è scritto viene preso alla lettera e ciò che vi è scritto si trasforma in "legge". Lo studio delle tradizioni orali si confronta proprio su questo concetto di assimilazione del sapere, ma naturalmente conta molto anche la metodologia attraverso la quale si studia il fenomeno.
Sarebbe assurdo e riduttivo studiare una tradizione orale attraverso dei testi scritti.

Colgo l'occasione per salutare cordialmente te e naturalmente chi ci legge.

Alessandro Mazziotti

Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up