www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Lunedi 20 Novembre 2017

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: gianfranco p
[25-09-2007, a  10:02]
Re: evoluzione/tradizione nella costruzione della battente
dici bene, quindi i forellini devono avere un'altra funzione.
sullo spessore delle fasce aggiungerei solamente che si arriva anche a 1.7, (ebano, che è più duro, a 1.5).
devo dire che comunque il lavoro del liutaio oltre che il lavoro di chi costruisce strumenti è il lavoro di chi si inventa i mezzi, gli attrezzi e le congetture per costruire gli strumenti. La categoria del fare quindi sottintende e in questo caso fortemente, la categoria del pensare.
questi forellini potrebbero essere una risoluzione semplicemente non condivisa da tutti (tante battenti li hanno e tante no) magari come le vernici (un altro argomento spinoso) certo, altri mezzi di contenimento delle fasce ci sono e tu mi pare che li indichi tutti.
personalmente ritengo 'abbastanza' convincente l'idea che i forellini potevano essere usati come supporto per l'incollaggio del piano armonico ( come già detto per non far slittare il piano sulla colla) però, e penso che sia questo il punto, le cose si possono fare in tanti modi ( o se vuoi in altri modi)
bastano pochi chilometri (o meno) e la tarantella si suona in modo diverso.
GP

Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up