www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Sabato 25 Novembre 2017

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: Alfonso
[03-04-2007, a  21:29]
Re: evoluzione/tradizione nella costruzione della battente
tutto sommato una produzione abbastanza omogenea, l'unica cosa che per cosě dire salta all'occhio č che Costantino č meno ricercato nell'uso dei legni, mi piacerebbe sapere che sistema usano per l'approvvigionamento, se provvedono personalmente alla stagionatura ecc.., mha !

un'altra cosa, per quanto riguarda le tecniche di costruzione (non dei DeBonis) che ne pensate di quella sia pur rara abitudine citata anche sul libro di Ciro Caliendo di fare le "recchie" alle fasce per piegarle ? secondo voi č una giusta deduzione o č fantasia ?

ho alcune foto che avvalorerebbero la tesi di Ciro ma nel contempo penso che chiunque sia in grado di escogitare un sistema meno "invasivo" per piegare le fasce..

Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up