www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Sabato 25 Novembre 2017

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: Gigi Rizzo
[09-02-2009, a  18:29]
Re: evoluzione/tradizione nella costruzione della battente
Cari amici Alfonso e Giancarlo,

sono lusingato dalle belle parole che avete speso per me, non chiamatemi maestro,
sono un modesto ragioniere con un'attività commerciale da portare avanti con
i miei fratelli (vendo prodotti siderurgici e ferramenta per i fabbri), con questo
lavoro soddisfo la pancia e tutto il lato materiale della vita, con l'arte nelle sue varie
sfaccettature soddisfo lo spirito.
Maetro sei tu Alfonso che insegni a me il tuo sapere, io ho solo la volontà e la
capacità di raccogliere al meglio questo tuo donarti agli altri, sono stato molto fortunato
ad incontrare tanti "Maestri" che hanno avuto e hanno l'intelliggenza di trasferire
ad altri il loro sapere, rendendo ancora più preziosa la loro esistenza stessa,
ne cito alcuni a cui gli debbo eterna riconoscenza, Leonardo Lanza, Antonio e Vincenzo Forastiero,
Luigi Ricci, Leonardo Riccardi, Michele Strollo di Colliano, Pinello Drago e Salvatore
Vinci dalla Sicilia, Domenico Gazzaneo in Calabria, loro mi hanno insegnato
con l'esempio visivo alcuni particolare che hanno suscitato in me l'interessse
a costruire la zampogna, io ho messo la mia manualità, la mia volontà e tutto
l'amore trasferitomi, insito in quelle persone su citate, fatto di semplicità,
ospitalità e creanza, scusatemi mi sono dilungato, ma è troppa la passione che nutro
e che vorrei trasferire a parole agli altri.
Mi dispiace per alcuni giovani che vanno per la maggiore, che si sentono dei
mammasantissima, li vorrei più umili, più simili a quegli anziani pastori, che pur
miseri pensionati, quando li vado a trovare si sentono orgogliosi di essere
ancora considerati, pur non suonando più e ultraottantenni ti invitano al loro
tavolo e con un pezzo di pane e formaggio e un bicchiere di vino, ti raccontano la
loro vita.
Giancarlo, scusami ma non riesco a collegarti ad un volto, l'alzaimer comincia a manifestarsi,
ho capito che mi conosci, ricordami chi sei e dove ci siamo incontrati.
Promesso che appena comincio vi mando foto inerenti, è doveroso da parte mia.

Un saluto a tutti.
Gigi


Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up