www.alfonsotoscano.it la musica degli ignoranti
 

Calendario   |   Corsi, seminari e stage   |   Libri, cd, demo   |   archivio audiovideo   |   la chitarra battente   |   mostra   |   annunci   |   la chiazza    |   proposte artistiche     artigiani & hobbisti    |   i portatori della tradizione    |    eventi trascorsi   |   le feste da non perdere   |   articoli   |   Cilento   | nonSoloMusica   |   home   |   la battente vista da..

 

in questa piazza puoi dire quello che vuoi senza bisogno di registrazione/iscrizione, qui ci si incontra per fare quattro chiacchiere oppure per spaccare il pelo in quattro, come preferisci...

resta inteso che se ti metti a rompere le scatole i tuoi interventi verranno cancellati senza pietŕ, e questo vale in particolar modo per coloro che scelgono di rimanere anonimi pur usando uno pseudonimo    

 
Torna all'elenco argomenti | Messaggi | Sabato 19 Ottobre 2019

Nuovo oggetto
Icon:
Titolo:

Descrizione:

Usa gli Smileys Inserisci un'immagine

Nome:
Vengo da:
Email:

Inserisci la parola che leggi qui sopra prima di inviare:
Stai rispondendo al messaggio di: gianfranco p
[18-04-2008, a  20:20]
Re: uso solistico della battente
scusa Guglielmo, il fretless era riferito ad uno scritto di Gianluca.

approfitto per provare ad intevenire sulle tue riflessioni

" Direi che l'uso solistico fa riferimento ad una tecnica di esecuzione mentre l'uso melodico dovrebbe presuppore, come Alfonso ha ipotizzato, uno strumento che abbia caratteristiche organologiche diverse !"

uno degli usi principali della battente è l'accompagnamento del canto. oggi abbiamo visto crescere notevolmente gli spazi riservati alla battente sola e gli amici che in questi spazi a volte si azzuffano ne sono un validissimo esempio (penso fra l'altro che proprio per questi contributi, ciò che sta succedendo per la battente in questo senso è un momento veramente unico).
l'uso solistico può fare riferimento a diverse tecniche. a volte solisticamente posso introdurre una frase melodica ( una melodia) anche se c'è qualcuno che mi accompagna, non devo essere per forza da solo.
nei gruppi musicali circolava il dire: tizio alla chitarra ritmica ( o d'accompagnamento) e caio alla chitarra solista e magari avevano la stessa chitarra.
il termine solistico assume musicalmente poi l'aspetto rilevante nello spazio della composizione.


2) D: Come dovrebbe essere una battente per uso melodico ?
R: non capisco una cippa di liuteria , ma credo che sicuramente il manico dovrebbe essere un po' più stretto e l'incatenatura alla tavola armonica simile a quella di un mandola !
un uso melodico vorrebbe dire che posso suonarci una melodia e questo lo posso fare anche con un manico non per forza stretto e la tavola armonica ( che ha spessori diversi ) ha anche la tastiera rialzata, viene suonata col plettro...mi sembra una soluzione lontana

3) D: E' lecito aggiungere tasti, bordoni, corde all'ottava o di risonanza sotto la TV e quant'altro ?
R: Sicuramente no !!! La famiglia dei cordofoni è di per se così ampia da risolvere da sola il problema dell'incremento demografico !!!
uno degli spazi più interessanti per la liuteria penso sia la sperimentazione

4) D: E' possibile usare la battente per fare la pasta alla chitarra ?
R: Credo di si !!! A patto di usare una cilentana quattro corde singole per le tagliatelle e una garganica a corde doppie e/o triple per i tagliolini !!! Le tagliatelle, in quanto cilentane, vanno condite con ragù con carne di castrato mentre i tagliolini rigorosamente con broccoletti baresi !!!



non so, però, se poi viene bene chiamami, chiama anche alfonso che tiene il vino buono

il violino oltre l'anima ha una catena per lungo non come le chitarre od altro

un salutone

gianfranco p

Il forum del sito della chitarra battente ©ZIXForum 1.14 by: ZixCom 2006Up